Home » Sentirsi a casa » Sentirsi a casa - Come scegliere dove abitare?
15 Marzo 2023 •   

Sentirsi a casa - Come scegliere dove abitare?

È davvero complicato cercare casa, per non parlare di quello che succede quando la trovi.

Nel momento in cui prendi il telefono e apri una delle tante app dedicate alla ricerca ti si apre un universo. Davanti ai tuoi occhi scorre una lunga lista di annunci: è come andare in vacanza, solo che stai cercando un luogo in cui vivere una parte di vita, e ti piacerebbe che almeno un po’ fosse come te l’eri immaginato.

Come ogni volta quando ci si imbarca in un’impresa particolarmente importante, un nutrito gruppo di persone comincia ad elargire consigli, e in breve ti ritrovi con più confusione di quando avevi cominciato a cercare. 

Credo che alcune caratteristiche fondamentali di questa ricerca siano il nostro background, le nostre abitudini e le persone con cui condividiamo l’avventura. Le nostre necessità, i limiti di spesa, la zona in cui cercare, sono diretta conseguenza di quelle tre caratteristiche principali che condizionano la nostra scelta.

Alcuni pensano che andare a vivere in affitto sia meno importante che scegliere un’abitazione da comprare. Ciò che ci guida però è lo stesso leitmotiv, declinato solo diversamente.

Ma allora ci sono requisiti fondamentali a cui fare attenzione quando si cerca casa?

La risposta a questa domanda sta in mezzo a due aspetti ugualmente importanti: quello emozionale e quello pratico.

Per esempio, uno dei criteri imprescindibili che mi ha guidato quando cercavo casa era se in soggiorno ci potesse stare un grande albero di Natale. Sembra incredibile, ma il più delle volte non c’è molto spazio nemmeno per quello. Soprattutto se sono case di recente costruzione, gli spazi sono ritagliati al centimetro e alla fine ci sta solo lo stretto necessario, anche se a vederle vuote sembrano enormi.

Perciò…

Punto primo: trova la tua caratteristica non negoziabile.

Poi comincia la ricerca. 

Spesso ci viene raccontato che le case più vecchie "hanno carattere”. Sinceramente, l’unico "carattere" che ritrovavo negli annunci di case più vecchie era dato da rivestimenti esterni in piastrelle lucide, doppi vetri in alluminio zincato e pavimento in graniglia marrone. Non era quello che immaginavo mentre guardavo “Casa su Misura” in tv. 

Uno dei primi compromessi è stato proprio quello: aspetto bruttino ma casa ben tenuta con spazi ampi… oppure casa nuova con solo spazi essenziali?

Ho sempre voluto fare un investimento, acquistare per me stessa un’abitazione interessante ma datata e darle un favoloso upgrade. L’ho fatto spesso per altre persone, quindi credevo che per me sarebbe stato come coronare un sogno. 

Morale della favola: per il momento è rimasto un sogno. I tre pilastri della ricerca - background, abitudini e compagno di avventura - hanno decretato che la risposta al punto successivo era “no”.

Punto secondo: hai davvero voglia di seguire lavori di ristrutturazione? (se non sei in affitto)

Avere una casa progettata per te, far rinascere dalle ceneri una fenice, è una sensazione unica, ma non è una passeggiata. Quindi assicurati che sia veramente quello che vuoi, e di avere al tuo fianco professioniste e professionisti che capiscano la tua visione.

A guardare bene, ora la lunga lista di annunci si è già ridotta di parecchio, e forse hai individuato un paio di soluzioni che potrebbero fare al caso tuo. È quindi arrivato il momento di andare a vedere di persona come sono queste potenziali case.

“Casa” è un termine che non uso con leggerezza.
Dentro ci sono la storia e la personalità e la vita di chi ci abita. È una parte indelebile di noi, il nostro luogo sicuro, dove possiamo essere chi desideriamo senza nessun tipo di giudizio. 
Alcuni di noi viaggiano una vita senza trovare una casa.
Altri ci nascono. Altri la creano con quello che hanno.

Per cui, anche se è la prima cosa che ti verrebbe da fare quando prenoti una visita ad un’abitazione, non idealizzarla. Diffida delle foto che hai visto sull’annuncio e delle parole entusiastiche dell’agente immobiliare.

Quando ci entrerai, saprai esattamente se è quello che stai cercando: dopo un confronto con chi eventualmente abiterà con te (in merito a zona, budget, manutenzione futura, vicini chiassosi, nessun vicino, amici lontani o vicini, eccetera…), avrai la risposta.

Punto terzo: Ho trovato un'abitazione che può diventare mia. E adesso?

Riassumendo, per arrivare a fare una scelta hai considerato:

  • Background;
  • Abitudini;
  • Compagni di viaggio (umani e animali);
  • Caratteristica non negoziabile;
  • Seguire lavori di ristrutturazione o meno;

A quanto pare, scegliere un luogo in cui vivere non è solo questione di soldi o posizione… 🙂

Non vedi l'ora di sapere quali sono i prossimi passi per andare a vivere nella tua casa?

Tieni d’occhio la pagina Instagram di Leaf&Timber o contattami per saperne di più!

Playlist dell'articolo

The Room of Requirements”, Nicholas Hooper, Harry Potter and The Order of the Phoenix Original Soundtrack

San Miguel”, Jordan Seigel, Half Brothers Original Motion Picture Soundtrack

Queen of California”, John May

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono Lisa, architetto, fantasy-dipendente e scrittrice di racconti.  Creiamo insieme uno spazio in cui vivere alla tua velocità, dove riunirsi con chi ami e scrivere la tua storia.

Leggi il mio manifesto
naviga per categoria
cerca nel blog

Altre letture per te

Wassail di Yule

Ricetta tradizionale del wassail di yule

A tavola per Natale

Una ricetta "all american" per un cenone di pesce indimenticabile. Celebra le feste con semplicità e gioia.

Sono Lisa, architetto, fantasy-dipendente e scrittrice di racconti.  Creiamo insieme uno spazio in cui vivere alla tua velocità, dove riunirsi con chi ami e scrivere la tua storia.

© 2024 LEAF & TIMBER ®, LISA MAGGIOLO | Privacy Policy & Cookie Policy | Preferenze cookie
FOTO NICOLE BOZZAO | Brand & Web design Miel Café Design
bubblemagnifiercrossmenuchevron-downarrow-right